visualizzare il contenuto principale

Tema annuale 2022/23 della diocesi: vicini e assieme

La nostra chiesa cresce nella misura in cui dimentica se stessa; essa prospera, quando le persone accolgono il messaggio della vicinanza confortante e amorevole di Dio e modellano la loro vita di conseguenza. La chiesa prospera dove ci orientiamo a Dio e alle persone: sono due atteggiamenti inseparabili. Come è vero per l'individuo, così anche per la Chiesa: essa salverà la propria vita quando si perderà in Dio e nel prossimo (cfr. Mt 16,25).

Vescovo Ivo Muser

 

Chi volesse approfondire i temi della condivisione della Bibbia e della carità e sviluppare, nella propria parrocchia e unità pastorale, un nuovo approccio ad essi, è invitato a partecipare ad un incontro introduttivo che si terrà il 17 ottobre 2022 alle ore 20 sulla piattaforma Zoom. L'incontro, in cui interverranno Stefan Huber, responsabile diocesano per la pastorale biblica e Brigitte Hofmann, responsabile dell'area Caritas&Comunità della Caritas diocesana, sarà guidato dal direttore dell'Ufficio pastorale Reinhard Demetz. Iscrizioni presso: seelsorge.pastorale(at)bz-bx.net

 

Il servizio al prossimo è un pilastro della fede cristiana e della vita. Testimonia la cura reciproca e l’attenzione della comunità verso le persone, soprattutto verso i poveri, le persone sole e in difficoltà. Questo diventa reale là dove ci si impegna per contrastare povertà e disperazione, dove si ascolta e si dona il proprio tempo alle persone che ne hanno bisogno.

Ulteriori informazioni sul tema annuale sono a disposizione sul sito della diocesi: www.bz-bx.net/it/temaannuale.html

Scaricare il volatino del tema annuale.

Prendersi cura dei bisogni e delle difficoltà delle persone è una missione fondamentale della carità attiva nelle parrocchie e nelle unità pastorali. Il Servizio Caritas Parrocchiali e volontariato ha redatto dei documenti contenenti alcuni punti focali per le parrocchie, le istituzioni ecclesiastiche, le comunità, i circoli e le associazioni nell'anno pastorale 2022/23. Il loro scopo è quello di dare un supporto concreto ai collaboratori delle parrocchie su come essere vicini alle persone in diverse situazioni di vita. 

Iniziative per persone anziane e sole

La crisi dovuta al Corona Virus ha colpito tutti duramente. Ma sono state le persone più anziane e sole a soffrire di più. Mentre tutti gli altri hanno potuto tornare a vivere la loro vita quotidiana in maniera quasi normale, gli anziani sono ancora soggetti a molte restrizioni. La più grave di queste è l’isolamento sociale, ma anche la paura di venire a contatto con questa spaventosa malattia.

Proposte per iniziative

Contro la solitudine

La Caritas ha definito il tema della solitudine e vicinanza come uno degli otto ambiti strategici per i prossimi anni. Perché nessuno è immune alla solitudine. Può improvvisamente insinuarsi in noi per cause diverse. Anche in Alto Adige sempre più persone rischiano di non essere sufficientemente coinvolte socialmente. In combinazione con altri fattori (disoccupazione, malattia, pressione economica, cambio di lavoro, ecc.), nel peggiore dei casi, aumenta il rischio di un pesante carico sui rapporti personali. Il fenomeno della solitudine è emerso nei suoi vari aspetti. Prodotto tra l’altro da una cultura di individualismo esasperato, va osservato e può essere affrontato con nuovi progetti, rimodulando attività esistenti e con lo sviluppo di una “cultura della cura”.

Proposte per iniziative

Migrazione e fuga

Quali sono i motivi che spingono qualcuno a lasciare la propria terra? Le ragioni sono tanto diverse quanto diverse sono le persone tra loro. Il contesto globale è talmente complesso e variegato che è impossibile ridurre il tutto a spiegazioni semplicistiche e univoche. Tanto meno esistono ricette preconfezionate di convivenza tra gli abitanti del luogo e i rifugiati in Alto Adige. Il tema dei rifugiati e della migrazione vengono discussi in Alto Adige in maniera intensa ma talvolta anche controversa. Per questo motivo è importante essere ben informati sul contesto e confrontarsi su questi temi sia a casa che con gli amici.

Proposte per iniziative

Promotori di integrazione

I promotori di integrazione sono volontari che si dedicano al sostegno e all’accompagnamento di profughi e migranti nella loro quotidianità. Affiancano persone e famiglie che abitano in centri di accoglienza, o che hanno già trovato una propria soluzione abitativa. Con l’aiuto dei promotori di integrazione l’inserimento dei nuovi cittadini nella nostra società ha maggiori possibilità di successo. Al centro di questo progetto c’è un rapporto paritario basato sull’interesse reciproco all’ambiente culturale e sociale dell’altro. Le attività di un promotore di integrazione possono essere le più diverse sulla base di un accordo individuale. Anche il luogo dove si svolgono le attività può essere scelto nelle vicinanze. I promotori di integrazione vengono formati e accompagnati da collaboratori della Caritas.

Proposte per iniziative

Incontri interculturali al femminile

L’integrazione può avere successo se ci apriamo all’interculturalità e promuoviamo una cultura dell’accoglienza. L’incontro con persone di cultura diversa ci aiuta a superare limiti e diffidenze aprendoci alla conoscenza di modi di vivere diversi dal nostro, e promuove la reciproca curiosità verso culture e tradizioni diverse. In questo modo, ogni persona potrà partecipare attivamente alla vita della nostra società. In certi ambiti culturali può essere più facile per le donne partecipare ad attività mirate per il mondo femminile, durante le quali le donne si incontrano indisturbate tra loro. Per questo diventa importante organizzare luoghi e momenti per l’incontro tra donne immigrate e autoctone, ad esempio di cucina interculturale, piccole gite o altri momenti di svago.

Proposte per iniziative

Come coinvolgere i giovani in Parrocchia

La parrocchia ha bisogno, per svolgere al meglio le sue attività, del contributo di ognuno e quindi anche quello insostituibile dei giovani. Allo stesso tempo i giovani hanno così la possibilità di crescere nella vita e nella fede, di impegnarsi dal punto di vista sociale e religioso, di realizzare idee con altre persone e di contribuire al sorgere di una comunità viva in parrocchia. Come realizzare questo ideale e camminare in questa direzione?

Proposte

Leggi insieme a me

Ad alcuni bambini leggere non piace, anche perché non hanno mai sviluppato un interesse verso i libri. Il progetto “leggi insieme a me” si propone di promuovere la competenza linguistica e di lettura di bambini italiani o immigrati che frequentano le scuole elementari. Soprattutto si tratta di (ri)scoprire insieme a questi bambini la gioia che possono dare i libri e la lettura. Chiacchierando, raccontando e leggendo insieme, i volontari e le volontarie introducono i bambini a testi adeguati alla loro età e li incoraggiano ad ascoltare e a leggere.

Proposte

Ricerca alloggi per stranieri

Il mercato immobiliare è, per i rifugiati, un ostacolo spesso insormontabile. Senza un aiuto, queste persone, rischiano di finire in strada. Tornare a una vita “normale” a quel punto diventerebbe per loro molto difficile e ciò avrebbe anche importanti e serie ripercussioni sull’intera società. Per questo Caritas fornisce assistenza nella ricerca di un alloggio. I nostri collaboratori fanno anche da mediatori e interlocutori con gli altoatesini che desiderano affittare una stanza o un appartamento ai rifugiati. Futuri inquilini e proprietari saranno informati e accompagnati per affrontare al meglio la nuova situazione, anche dopo la firma del contratto.

Proposte

Per una cura pastorale per i malati e le persone in lutto

La pastorale della salute e del lutto si colloca nella vita parrocchiale: essa fa parte dell’ambito di responsabilità del/la “Responsabile per la carità” nel Team pastorale. A seconda delle dimensioni della parrocchia, la pastorale della salute e del lutto può essere affidata ad una persona singola oppure ad un gruppo. Può essere svolta come compito all’interno della Caritas parrocchiale o tramite un’apposita équipe in stretta collaborazione con la Caritas parrocchiale. Il gruppo di lavoro diocesano per la pastorale della salute e del lutto accompagna volentieri le parrocchie che vogliono occuparsi di questo tema nella loro parrocchia o unità pastorale. Chi fosse interessato può rivolgersi alla collaboratrice Karmen Rienzner.

La Caritas ha elaborato un piccolo kit con alcuni input concreti per avviare e organizzare il servizio che è consultabile qui.

Maggiori informazioni si trovano sulla homepage della diocesi o sul volantino.

Il Percorso di formazione diocesano

Il Percorso diocesano di formazione è concepito a sistema modulare, volto a rafforzare il volontariato nelle parrocchie e a fornire strumenti adeguati all’esercizio dei diversi ruoli ad esso connessi. Dà a volontari e interessati la possibilità di crescere nel loro impegno e di essere rafforzati nelle loro competenze.

Per informazioni cliccate qui

Josef Mayr-Nusser (1910-1945) è stato proclamato beato il 18 marzo 2017 nel Duomo di Bolzano Già da giovane Josef Mayr colpiva per la sua fede profonda. Entrò a far parte di una Conferenza di San Vincenzo a Bolzano poiché in essa vide la possibilità di vivere il suo essere cristiano nella quotidianità. Fu alla guida dei giovani di Azione cattolica e per molti, anche come marito e padre di famiglia, rappresentò un esempio di testimonianza cristiana. Maggiori informazioni su Josef Mayr-Nusser sul sito web. Proposte per una conferenza o una lettura pubblica su Josef Mayr-Nusser le trovate qui.

Josef Mayr-Nusser ed uno stile di vita cristiano. 

Il nuovo sentiero tematico di Josef Mazr Nusser a Bolzano. Per info qui.

Potete trovarci a:

Bolzano, via Cassa di Risparmio 1, tel. 0471 304 330, fax 0471 304 394

Merano, via Galileo Galilei 84, tel. 0473 495 632, fax 0473 276 948

Bressanone, via stazione 27/a, tel. 0472 205 965, fax 0472 205 928

Brunico, via Paul von Sternbach 6, tel. 0474 414 064, fax 0474 413 979

gemeinschaft.comunita(at)caritas.bz.it


Condividi con i tuoi amici